Anno inizio progetto
2019
Anno fine progetto
2019
Location
Comune di Barberino Tavarnelle
Stato lavoro
Concluso

Restauro di una scuola dell’infanzia

Il primo giorno di scuola segna, nella vita di un bambino, un passaggio fondamentale, rappresenta il distacco dal nucleo familiare. La scuola deve essere quindi un luogo accogliente, in cui i piccoli possano sentirsi accolti, accettati e accompagnati durante tutto il percorso scolastico. Accogliere significa, quindi, mettere il bambino e i suoi bisogni al centro di ogni attività, dando la possibilità ai piccoli di giocare e creare relazioni con i coetanei e gli adulti. Per questo, l’ambiente scolastico dovrà trasmettere serenità e sicurezza. L’intervento proposto è appunto incentrato sulle esigenze dei “piccoli” al fine di ottenere un ambiente che interagisca e si modelli in base ai progetti educativi, in un costante dialogo fra architettura e pedagogia. Gli interventi sono volti a migliorare la qualità dell’Istituto V. Corti, partendo da fondamentali adeguamenti strutturali, soprattutto in ordine alle normative antisismiche, per poi dare nuova vita agli spazi interni, senza snaturare i tratti tipologici riconoscibili dell’edificio. Le tre aule, cuore delle attività ordinate, sono riprogettate negli arredi, nei materiali e nei colori; arredi “a misura di bambino” modulari e componibili in modo da adeguarsi alla metodologia didattica adottata per lasciar inoltre libero l’alunno di muoversi nello spazio; colori studiati per creare un clima adeguato e tranquillo. Il parco è caratterizzato da pavimentazioni anti-trauma, anche queste studiate nel colore. Un’ideale pista ciclabile racchiude lo spazio, educando quindi l’alunno al senso civico, già dai primi anni di vita. Un altro spazio esterno, quello antistante l’ingresso principale, viene rigenerato, donandogli una nuova identità: quella propria del teatro grazie all’inserimento dell’elemento architettonico dei gradoni che potranno essere concepiti come sedute e spazio di piccole rappresentazioni.